La “Avef” e la Regione hanno deciso di chiudere anche tutte le piste di fondo della Valle d’Aosta: «priorità alla salute»

La pista di sci nordico di Bionaz
La pista di sci nordico di Bionaz

Nella mattina di martedì 10 marzo i vertici della “Associazione valdostana enti gestori piste sci di fondo – Avef” hanno incontrato gli organi competenti dell’Amministrazione regionale per decidere quale linea intraprendere dopo la chiusura di tutti gli impianti di risalita della Valle d’Aosta.

A seguito dell’ultimo DPCM e vista l’emergenza sanitaria, è stato deciso di chiudere, con effetto immediato, tutte le piste di fondo presenti sul territorio valdostano. Dunque è da intendersi conclusa anche la stagione dello sci nordico, con la speranza che l’attuale situazione migliori rapidamente. Una decisione unanime che va incontro a tutte le misure previste dal Decreto, firmato nella tarda serata di lunedì 9 marzo e in vigore fino al 3 aprile 2020.

«Una decisione sofferta, ma assolutamente giusta e in linea con quello che sta succedendo in Italia in queste settimane, priorità alla salute di tutti – dichiara Fabrizio Lombard, presidente “Avef” – chiudiamo la stagione con un bilancio comunque positivo, grazie anche alle recenti nevicate. I gestori delle piste, non appena possibile, inizieranno a lavorare in vista del prossimo inverno, pronti ad accogliere con la solita professionalità fondisti e turisti».

Fonte: ACmediapress