Nella “fase 2” il Comune di Aosta mantiene “l’accesso a distanza” degli uffici fino al 17 maggio “per ridurre la circolazione delle persone”

L'ingresso degli uffici di 'Amico in Comune' ad Aosta
L'ingresso degli uffici di 'Amico in Comune' ad Aosta

– PUBBLICITÀ –

L’Amministrazione comunale di Aosta, in una nota diffusa lunedì 4 maggio ricorda che, “per quanto riguarda l’accesso agli uffici comunali, nulla è cambiato dopo la pubblicazione delle misure del Dpcm del 26 aprile 2020 che ha dato il via alla cosiddetta “fase 2″, recepite a livello comunale attraverso l’ordinanza n. 879
del 30 aprile 2020. In particolare le modalità di accesso che erano state introdotte lo scorso 11 marzo attraverso l’ordinanza n. 126 sono state confermate fino al 17 maggio”.

Il Comune di Aosta estende le limitazioni per contrastare la diffusione del “coronavirus” fino al 3 aprile, in attesa di applicare il nuovo decreto Conte

“La “ratio” del provvedimento – sottolinea il Comune di Aosta – è di privilegiare l’accesso “a distanza”, garantendo comunque i servizi essenziali, al fine di ridurre la circolazione delle persone all’interno delle sedi comunali, evitando, con ciò, possibili condizioni di affollamento a tutela della salute dei cittadini e del personale comunale. Nel dettaglio, fino al 17 maggio (fatte salve eventuali proroghe relative all’emergenza sanitaria disposte dall’autorità competente) i servizi al pubblico del Comune di Aosta sono erogati esclusivamente previo appuntamento per situazioni urgenti e improcrastinabili. In linea generale, sono da privilegiarsi modalità di accesso a distanza utilizzando gli indirizzi e-mail degli uffici o i numeri di telefono degli stessi, reperibili nella home page del sito Internet comunale www.comune.aosta.it”.

“Restano aperti al pubblico – precisa la nota – previo appuntamento telefonico o mediante prenotazione all’indirizzo e-mail dell’ufficio ed esclusivamente per i servizi elencati, gli uffici dello stato civile (telefono 0165.300.498, e-mail stato-civile@comune.aosta.it), dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle 12 per le dichiarazioni di nascita (entro dieci giorni dall’evento), le dichiarazioni di decesso e le autorizzazioni alla sepoltura (entro 24 ore dall’evento); gli uffici della Polizia locale (0165.300.800, polizia-municipale@comune.aosta.it), dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 10, per i servizi di infortunistica stradale e gli atti di Polizia giudiziaria; gli uffici dei servizi sociali, anziani e inabili (0165.300.200, ufficio-anziani6@comune.aosta.it), dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 14 alle 15.30; gli uffici del servizio acquedotto (800.362.999, settore-ambiente@comune.aosta.it), dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12; gli uffici del servizio igiene urbana (0165.300.600, settore-ambiente@comune.aosta.it), dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12; lo sportello “amico in Comune” (0165.300.777, amico@comune.aosta.it, amico.impresa@comune.aosta.it), dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 13.30″ con l’accesso consentito ad un utente alla volta.

“Anche in questo caso, l’Amministrazione sottolinea che sono da privilegiare modalità di accesso a distanza – conclude la nota – chiamando i numeri telefonici suindicati o inviando eventuali richieste e istanze, con la relativa documentazione e la copia di un documento in corso di validità, agli indirizzi e-mail sopraindicati, fatte salve situazioni urgenti”.

L’ordinanza 879 del Comune di Aosta

Fonte: Ufficio stampa Comune di Aosta