In Umbria vietata la “ru486” in day hospital

– PUBBLICITÀ –

In Umbria la governatrice leghista ha cancellato la possibilità di aborto farmacologico e day hospital. Le donne che vorranno sottoporsi a un’interruzione di gravidanza dovranno necessariamente farlo con tre giorni di ricovero in ospedale.

Aggiornamento: scusate. Ho riportato la notizia in modo errato, fidandomi di una testata giornalistica solitamente attendibile. A quanto pare l’abolizione riguarderebbe solo la possibilità di assumere il farmaco abortivo in day hospital. Mi spiace molto per l’errata informazione. Prima di disegnare e postare, devo ricominciare a incrociare una notizia su più testate, indipendentemente dalla serietà di quella su cui l’ho letta.

Stefano Tartarotti su Patreon

Stefano Tartarotti su Facebook

Le vignette di Stefano Tartarotti su aostapresse