Il 'Premio Industria Felix' a Torino

La “Cva” è tra le 62 aziende ritenute più performanti ed affidabili, nel 2018, in Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria





Venerdì 21 febbraio CVA è stata premiata all’evento presentato all’Unione Industriali di Torino. La “Compagnie Valdôtaine des Eaux SpA” è tra le 62 le aziende ritenute più performanti a livello gestionale e affidabili a livello finanziario nell’ambito dell’inchiesta presentata da “Industria Felix Magazine” e realizzata in collaborazione con l’Ufficio studi di “Cerved” e UiT Piemonte, sulle performance delle imprese di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Il “sistema casa” è il settore più produttivo in Piemonte. In Liguria aumentano i ricavi nel campione tra pmi e grandi imprese (+4,7 per cento) sopra i due milioni di euro di fatturato. In Valle d’Aosta, rispetto all’anno precedente, il margine operativo lordo delle aziende sopra il mezzo milione di euro è in crescita del 19 per cento, ma cala il volume d’affari (-4 per cento).

In Piemonte si registrano ottomila società di capitali con ricavi superiori ai due milioni di euro che complessivamente fatturano 229 miliardi di euro (+3,1 per cento sull’anno precedente) con 766mila addetti (+2,7 per cento); rispetto a questo campione, quasi 88 imprese su cento hanno prodotto utili e registrato segni positivi nel 79,6 per cento dei casi per il “return on investment – roi” e nell’87,6 per cento per il “return on equity – roe”.
Proprio in relazione alle aziende con roe positivo, i settori con maggiore segno positivo sono risultati: sistema Casa (90,6 per cento), ambiente (89,6 per cento) e metalli (90,2 per cento). In Liguria duemila imprese con ricavi sopra i due milioni hanno fatturato 44 miliardi (+4,7 per cento) con 147mila addetti (+4 per cento); le aziende producono l’83,9 per cento di utili e rispettivamente nel 76,9 per cento e nell’83,6 per cento dei casi hanno un roi e un roe positivi. In questo caso i settori più performanti rispetto al roe sono chimica e farmaceutica (92,3 per cento), sistema casa (90 per cento) e meccanica (89,6 per cento).

In Valle d’Aosta sono invece poco più di cinquecento le imprese con sede legale nella regione, con un mol in crescita di poco superiore al mezzo miliardo (+22,2 per cento) ma con un volume d’affari in calo a cinque miliardi (4 per cento) e con 14mila addetti (+2,1 per cento).

Qui di seguito l’elenco delle 62 aziende delle tre regioni più performanti a livello gestionale, affidabili a livello finanziario e in alcuni casi sostenibili.

Piemonte
Alessandria: Metlac, Prisma Impianti, Star, Vezzani.
Asti: Format, Gestione Ambientale Integrata dell’Astigiano, Il Panate’ di Mario Fongo & C., Valbormida, Vernay Italia.
Cuneo: Beco, Golosità dal 1885, S.p.a.r., Siscom, Tomatis Lamiere, Wartsila Apss.
Novara: Brilliantrees, Procos.
Torino: 2A, Blue Engineering, Cultraro Automazione Engineering, Demap, Dylog Italia, Fiat Powertrain Technologies Industrial, Fiorentini Alimentari, Gineprudue Coop di solidarietà, M.P.E., National Molding Italia, Olicom International, Sistemi, Thirdfloor.
Verbano: Aldo Valsecchi, Emisfera, Mechatronyx, Zinox Laser.
Vercelli: B.R.V. Bonetti Rubinetterie Valduggia, Diasorin, Gallazzini, Officine Arfino.

Liguria
Genova: Coop. Soc. Il Rastrello, Deref, Docks Lanterna, Everton, Lisi Arredamenti, Piam Farmaceutici, Silky, Softjam, Unistara.
Imperia: Cantieri di Imperia.
La Spezia: Dott. Ing. Mario Cozzani, Eurocolor 2000, La Spezia container terminal, San Lorenzo.
Savona: Bombardier Transportation Italy, Coop Liguria, Infineum Italia.

Valle d’Aosta
Av Pluda, C.V.A., Hotel Bellevue Cogne, Industria servizi ecologici, Les Aigles, Nuova auto alpina, Valdostana impresa costruzioni.

Fonte: Relazioni esterne CVA SpA

 

Precedente
Un momento della presentazione del nuovo bando

Opportunità di finanziamento ai privati nel nuovo bando "GAL Valle d'Aosta", che prevede un milione e 400mila euro di contributi per progetti di sviluppo turistico

Prossimo
L'ingresso al seggio alle elezioni regionali 2018

I curriculum vitæ ed i certificati penali dei candidati alle elezioni regionali e comunali dovranno essere "facilmente accessibili" on line





Post correlati
Il casello di uscita ad Aosta dell'autostrada A5
Leggi di più

Non è solo la “A5” l’autostrada in assoluto più cara d’Italia, ma il percorso tra Aosta e Milano è il più costoso a livello nazionale

È stata definita più volte «l'autostrada più cara d'Italia» ma la "A5 Torino - Aosta", secondo i calcoli di Laura Confalonieri ed Emilio Deleidi, giornalisti di "Quattroruote", il periodico più autorevole in materia di automobili e trasporti, toglie, nel numero di marzo 2013, il poco invidiabile "titolo" all'autostrada valdostana, calcolando il costo per chilometro tramite in rapporto tra pedaggio e lunghezza.
Total
0
Share