Arresti di massa in Bielorussia tra gli oppositori di Lukashenko





Arresti di massa in Bielorussia tra i manifestanti che denunciano brogli elettorali durante la rielezione del presidente uscente Alexander Lukashenko, che governa il paese dal 1994.
Le proteste sono state represse con forza dal governo, che è accusato di aver rastrellato indiscriminatamente le persone, per lo più pacifiche, per le strade e averne arrestate oltre 6.000 in tre giorni.
Testimoni oculari e Amnesty International denunciano violenze e torture sistematiche degli arrestati in vari centri di detenzione.
In alcuni video si sentono distintamente urla e pianti provenire dalle prigioni.

Stefano Tartarotti su Patreon

Stefano Tartarotti su Facebook

Le vignette di Stefano Tartarotti su aostapresse

Precedente

Ciao Franca

Prossimo

I migranti riportati in mare dalla Grecia





Post correlati
Leggi di più

Microplastiche nel 35% dei pesci nel Mar Tirreno

Da una ricerca di Greenpeace è emerso che il 35% dei pesci e degli invertebrati raccolti nel Mar Tirreno centrale contiene microplastiche nello stomaco e nell'intestino.
Total
3
Share