gae

877 post
«Buonasera. Tutto va estremamente bene».

Mai contenti

Mai contenti.

La legge del cemento

La giunta regionale della Sardegna, a conduzione leghista, ha approvato la cosiddetta "legge del cemento", decreto retroattivo che permetterà di costruire ignorando i vincoli ambientali del Ministero dei Beni Culturali.
Paolo Sammaritani, Marialice Boldi, Sergio Togni, Bruno Giordano e Nicoletta Spelgatti

Sergio Togni e Bruno Giordano candidati sindaco e vice per la Lega Vallée d’Aoste: «nessuno ci ha detto cosa scrivere sul programma»

«La lista sarà resa nota quando apriremo la campagna elettorale. Il candidato vice sindaco ormai era il "segreto di Pulcinella"». Con queste parole, l'ex presidente della Regione Nicoletta Spelgatti, c, ha ufficializzato, nel pomeriggio di lunedì 3 agosto, i candidati sindaco e vice sindaco per la città di Aosta della Lega Vallée d'Aoste, rispettivamente l'architetto Sergio Togni, e Bruno Giordano, 66 anni, sindaco di Aosta dal 2010 al 2015.

2 agosto 1980

2 agosto 1980.

Licenziato il direttore di index.hu

Nuovo giro di vite del governo ungherese contro la stampa non filo-governativa. Licenziato Szabolcs Dull, direttore di index.hu.

La proposta di legge turca sul controllo dei “social”

Il partito di maggioranza che fa capo a Erdogan ha presentato una proposta di legge che, se approvata, oscurerà i social network che non accetteranno di creare dei referenti per la Turchia per la gestione rapida delle richieste di cancellazione di contenuti.

Microplastiche nel 35% dei pesci nel Mar Tirreno

Da una ricerca di Greenpeace è emerso che il 35% dei pesci e degli invertebrati raccolti nel Mar Tirreno centrale contiene microplastiche nello stomaco e nell'intestino.
Flavio Peinetti

Flavio Peinetti lascia l’Union Valdôtaine: «profondo dissenso dalle decisioni del Mouvement, non mi ricandiderò alle regionali»

«Buongiorno, vi scrivo queste breve considerazioni per mettervi al corrente delle mie decisioni». Inizia così la lettera inviata da Flavio Peinetti, consigliere regionale uscente dell'Union Valdôtaine, entrato in Consiglio Valle il 7 maggio 2019, in sostituzione "temporanea" dell'ex presidente della Regione, Augusto Rollandin, sospeso dalla carica a causa delle disposizione della legge Severino, dopo una condanna, in primo grado, di quattro anni e sei mesi per il reato di corruzione.