Il bollettino regionale della situazione in Valle d’Aosta sull’emergenza sanitaria da “covid-19”

Il bollettino regionale sulla situazione dell’emergenza sanitaria da covid-19

I dati contenuti nel presente bollettino sono diffusi dall’Ufficio stampa della Presidenza della Regione autonoma Valle d’Aosta, su informazioni della Protezione civile della Valle d’Aosta, dell’Azienda Usl della Valle d’Aosta e della Questura di Aosta.

Le informazioni pubblicate non sono singolarmente verificate da aostapresse e vengono riportate così come diffuse in origine.

segui aostapodcast

aostapresse sul sito
aostapodcast su spotify
aostapodcast su Google Podcast
aostapodcast su Apple Podcast
aostapodcast su Anchor

Potrebbe essere interessante anche…

ultime notizie
Critiche alla sanità valdostana anche da Cgil, Cisl e Uil: «preoccupati per la mancanza di personale, servizi intasati ed organizzazione senza rispetto»

“La preoccupazione per la gestione della sanità valdostana continua a crescere e non emergono al momento posizioni e progetti strategici che portino a credere ad un cambio di rotta”. Così i rappresentanti sindacali della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil giudicano, in una nota congiunta, il momento attuale della sanità valdostana.

“Squilli di musica” fa segnare la ripartenza delle manifestazioni organizzate dalla Regione, con uno stanziamento di 120mila euro per 12 eventi in un solo giorno

È la rassegna “Squilli di musica” a rappresentare la ripartenza, da parte dell’Assessorato regionale ai beni culturali, dopo il riavvio di parte della “Saison culturelle”, dell’organizzazione pubblica di spettacoli ed eventi dopo lo stop dettato dalle normative legate alla pandemia. La manifestazione si tiene domenica 20 giugno ed anticipa di un giorno la “Festa della musica”, con dodici diversi eventi scelti tra quelli proposti alla “Open call” predisposta dalla Struttura attività culturali dell’Assessorato, originariamente prevista per la programmazione del primo semestre 2021 della “Saison”.

Chiuso l’ospedale da campo dedicato ai malati di “covid-19”: in sei mesi sono stati ospitati 33 pazienti, per una degenza media di venti giorni

Nel pomeriggio di lunedì 7 giugno 2021, a Palazzo regionale, il presidente della Regione, Erik Lavevaz e l’assessore regionale alla sanità, salute e politiche sociali, Roberto Barmasse hanno incontrato, per un saluto di commiato, i responsabili dell’assetto sanitario della “Struttura campale covid-19”, messa a disposizione dal primo reparto di sanità di Torino dell’Esercito italiano, allestita nell’area “Pepinière” di Aosta a supporto del sistema sanitario regionale, da inizio dicembre 2020 fino ad al 7 giugno.

X