Timeline di attualità
All’ospedale regionale si possono effettuare i test sierologici per covid-19, per privati, ditte ed enti, al prezzo di 35 euro

All’ospedale regionale si possono effettuare i test sierologici per covid-19, per privati, ditte ed enti, al prezzo di 35 euro

È possibile effettuare i test sierologici per covid-19 (Sars-CoV-2) anche su richiesta da parte dei cittadini, delle ditte e degli enti, all’ospedale regionale “Parini” di Aosta: “per richiedere test sierologici da parte dei cittadini, delle ditte e degli enti – precisa in una nota l’Azienda Usl della Valle d’Aosta – è necessaria la prenotazione e l’effettuazione al cittadino è soggetta al pagamento anticipato del ticket di 35 euro”.

Oltre cento accessi in 24 ore al Pronto soccorso dell’ospedale regionale: «utilizzate in maniera appropriata i servizi di emergenza»

Oltre cento accessi in 24 ore al Pronto soccorso dell’ospedale regionale: «utilizzate in maniera appropriata i servizi di emergenza»

Nel corso del mese di marzo, e soprattutto negli ultimi giorni, si è registrato un significativo aumento degli accessi al Pronto soccorso, che superano quotidianamente ormai le cento unità nelle 24 ore. “Nello specifico, a titolo di esempio, nelle ultime 24 ore – si legge in una nota dell’Azienda Usl – gli accessi sono stati 101, di cui 39 codici bianchi, 51 codici verdi, undici codici gialli e nessun codice rosso”.

Oltre 1.500 persone nelle liste “supplenti” dopo le rinunce alla vaccinazione con “AstraZeneca”: «prenotazioni utili per completare le sedute quotidiane»

Oltre 1.500 persone nelle liste “supplenti” dopo le rinunce alla vaccinazione con “AstraZeneca”: «prenotazioni utili per completare le sedute quotidiane»

In seguito ad alcune defezioni registrate nella giornata di venerdì 12 marzo rispetto alla vaccinazione con il vaccino “AstraZeneca”, probabilmente dovute alle notizie di possibili reazioni avverse, l’Azienda Usl ha contattato alcune persone che si sono rese disponibili alla vaccinazione, in maniera tale da non interrompere la procedura e di non sprecare le dosi già pronte per la somministrazione.

Prorogata al 14 marzo l’ordinanza di febbraio: la Valle d’Aosta resta in zona gialla anche col «peggioramento del quadro»

Prorogata al 14 marzo l’ordinanza di febbraio: la Valle d’Aosta resta in zona gialla anche col «peggioramento del quadro»

Nel pomeriggio di venerdì 5 marzo, il presidente della Regione, Erik Lavevaz, ha firmato l’ordinanza numero 103 che introduce le disposizioni in vigore dal 6 al 14 marzo in Valle d’Aosta. Il provvedimento, che vieta l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico su tutto il territorio regionale, conferma le disposizioni già in vigore nelle scorse settimane (l’ordinanza numero 67 di lunedì 15 febbraio, che aveva introdotto le disposizioni in vigore in Valle d’Aosta dal 16 febbraio al 5 marzo, n.d.r.).

X