Cittadino albanese arrestato dalla Polizia al Traforo del Monte Bianco





Nella giornata di ieri 23 luglio, la Polizia di Stato ha arrestato il cittadino albanese V.P. di anni 32, per violazione del provvedimento di espulsione.
Personale della Polizia di Stato in servizio presso la Sottosezione Polizia di Frontiera Traforo Monte Bianco, in collaborazione con personale dell’Esercito e del Reparto Mobile di Milano, nell’ambito dei servizi mirati al contrasto della criminalità transfrontaliera e alla prevenzione e repressione del fenomeno del favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, ha sottoposto a controllo un autovettura, in uscita dal territorio nazionale, con a bordo tre cittadini albanesi.

L’autista, giunto all’altezza del Traforo del Monte Bianco e notato il dispositivo di controllo, con una manovra azzardata volta ad eluderlo, ha imboccato contromano la corsia opposta.
Gli Agenti, vista la manovra sospetta dell’auto, sono intervenuti e l’hanno bloccata. Dalle verifiche effettuate è emerso che tutti i passeggeri hanno a carico diversi pregiudizi di polizia, relativi a furti, rapine e spaccio di stupefacenti.

A carico dell’arrestato pende un provvedimento di espulsione emesso dal Tribunale di Monza del 2019 ed eseguito lo stesso anno con il divieto di reingresso per 10 anni.
Avendo violato tale divieto, il soggetto è stato arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha ordinato la traduzione in carcere.

 

Precedente

Dieci carabinieri sottoposti a misure cautelari

Prossimo

Ridotto il numero delle firme per la sottoscrizione delle liste alle elezioni regionali e comunali





Post correlati
Total
3
Share