Distrutta da un incendio la Casa del bob a Breuil Cervinia: i Vigili del fuoco sono arrivati sul posto con i gatti delle nevi

Scritto da aostapresse

3 Aprile 2021 - 14:00
La Casa del bob distrutta dopo l'incendio

La “Casa del bob” di Breuil Cervinia, di supporto alla vecchia pista di bob, è stata distrutta da un incendio che si è sviluppato nella serata di venerdì 2 aprile.
Sul posto, intorno alle ore 19, sono intervenuti, con i gatti delle nevi, i Vigili del fuoco professionisti insieme ai volontari, dal momento che la zona non è raggiungibile dai mezzi, mentre i moduli antincendio sono stati trasportati dall’elicottero che si occupa dell’heliski.

Dopo messo sotto controllo la situazione, i Vigili del fuoco hanno messo in sicurezza i resti dell’edificio: nei prossimi giorni si svolgeranno le analisi tecniche per verificare la natura del rogo.

Fonte: Ufficio stampa Regione autonoma Valle d’Aosta

segui aostapodcast

aostapresse sul sito
aostapodcast su spotify
aostapodcast su Google Podcast
aostapodcast su Apple Podcast
aostapodcast su Anchor

Potrebbe essere interessante anche…

correlati

Rollandin, Perron e Lévêque assolti anche in appello dall’accusa di turbativa d’asta: «restano le conseguenze, psicologiche e materiali»

«Non posso che esprimere soddisfazione per la sentenza della Corte di Appello di Torino che conferma quella di assoluzione già emessa in primo grado dal Tribunale di Aosta “perché il fatto non sussiste” in relazione alla mia nomina nel 2015 a presidente della “Finaosta”».
Commenta così Massimo Lévêque, presidente della finanziaria regionale dall’11 agosto 2015 al 31 agosto 2018 in merito al caso giudiziario che lo ha coinvolto insieme all’attuale consigliere regionale Augusto Rollandin ed Ego Perron, rispettivamente presidente della Regione ed assessore regionale alle finanze dal 10 giugno 2014 al 10 marzo 2017.

Una donna 32enne trovata morta ad Aosta: indaga la Squadra Mobile per omicidio, dopo i lunghi rilievi della Scientifica

Elena Raluca Serban, 32 anni, di origini romene e residente a Lucca, in Toscana, ad Aosta da tre settimane, che abitava al primo piano del condominio “Arc en Ciel”, al numero 48 viale Partigiani, è stata trovata senza vita poco dopo le ore 9 di domenica 18 aprile, in bagno, con una ferita alla gola, dai Vigili del fuoco, intervenuti dopo una telefonata al “112” della sorella Aleksandra e della madre Mariana, che lamentavano di non riuscire più a mettersi in contatto con lei dalla serata di sabato 17.

X