Roberto Cognetta durante il Consiglio Valle telematico di venerdì 17 aprile 2020

Dura critica di “VdAlibra” alla Lega: «lavorare assieme per tentare di risolvere i problemi vuol dire fare le larghe intese?» chiedono Roberto Cognetta e Stefano Ferrero





«In seconda Commissione consiliare il clima non è stato da larghe intese. Ci sono voluti tanta buona volontà e spirito di collaborazione per riuscire ad arrivare alla proposta finale poi approvata venerdì scorso dal Consiglio regionale». Rispondono così, con una nota, i due consiglieri del gruppo “Vdalibra” alle parole di Marialice Boldi espresse domenica 19 aprile 2020, nella quale rivendicava «in quanto segretario della Lega Vallée d’Aoste il diritto di dire basta: siamo all’opposizione e dobbiamo fare di tutto per opporci a questo Governo».

«Abbiamo letto con perplessità e preoccupazione questa notizia – aggiungono Roberto Cognetta e Stefano Ferrero – interpretata come uno stop al “siamo tutti d’accordo”. Ricordiamo alla segretaria della Lega che, in Commissione, molte posizioni erano distanti e solo grazie all’abilità politica e alla forza di persuasione di qualche componente si è giunti, alla fine, a un accordo mediato tra le posizioni della Commissione e quelle del Governo. Chiediamo quindi alla Boldi: in politica mediare vuol dire fare le larghe intese? La Lega non ha mai mediato con nessuno? Se buona parte del provvedimento è frutto delle idee del gruppo Lega, ora che è stato approvato non è un successo per la Lega stessa?».

«Ci chiediamo poi se le dichiarazioni del coordinatore di “Fratelli d’Italia” – continuano i due consiglieri regionali – all’indomani dell’approvazione della legge («nel gruppo leghista è emerso chiaramente che alcuni consiglieri stanno ai principi e valori del Carroccio nazionale come i cavoli a merenda»), preludano ad un accordo tra la parte salviniana della Lega, “Fratelli d’Italia” e Forza Italia, coordinata dalla presidentessa Wmily Rini, previa epurazione politica del gruppo del gipeto. Oppure è l’ennesimo tentativo di spaccare il gruppo leghista? Forse qualcuno del gruppo Lega ha nostalgia dei bei tempi in cui si poteva sparare a zero sul Governo e adesso che c’è da trovare soluzioni teme di perdere la propria identità? Siamo disorientati: nel momento in cui c’è la necessità di trovare soluzioni per sopperire a una enorme assenza di governo, nel momento in cui le proprie visioni e idee politiche possono trasformarsi in azioni concrete e risolvere i problemi reali di tanti valdostani, la segretaria Boldi preferisce un risultato di piccolo cabotaggio alla possibilità di dimostrare che la Lega ha la capacità di lavorare per tutti superando le piccole convenienze politiche?».

Roberto Cognetta e Stefano Ferrero suggeriscono quindi a MarialiceBoldi: «le uscite da opposizione in questo momento le faccia fare a chi come Emily Rini ed Alberto Zucchi si riempiono la bocca di proposte riciclate per assumere posizioni da finta opposizione a un governo che non c’è. Lei, invece, faccia il possibile per portare avanti le soluzioni della Lega e vedrà che la storia gliene renderà merito. Ovviamente questo nostro suggerimento non preannuncia né larghe né strette intese con nessuno, vuole solo essere una richiesta di chiarimento per capire come lavorerà in seconda Commissione il rappresentante della Lega VdA (l’ex assessore Stefano Aggravi, n.d.r.): continuerà a farlo con il grande spirito collaborativo che lo ha contraddistinto fino ad ora o dovrà cambiare atteggiamento e comportarsi da oppositore totale e quindi dovremo fare a meno delle sue preziose competenze? Un chiarimento è auspicato».

Fonte: Ufficio stampa Consiglio regionale della Valle d’Aosta

Precedente
Un orto nel centro storico di Aosta

Dopo i chiarimenti della Bellanova, anche Testolin consente la coltivazione negli orti fuori dal Comune di residenza, da soli o distanti quattro metri

Prossimo
Daria Pulz durante il Consiglio Valle telematico di venerdì 17 aprile 2020

Daria Pulz spiega la questione dell'extra-gettito Imu ai Comuni valdostani: «abbiamo dato un indirizzo politico preciso, la Regione se ne dovrà far carico»





Post correlati
L'insegna dell'Azienda Usl, ad Aosta
Leggi di più

I principali provvedimenti della Giunta regionale di venerdì 12 giugno: oltre 12 milioni di euro all’Usl, per la quale sono stati fissati gli indirizzi ed obiettivi

La Giunta regionale ha approvato il documento recante Relazione annuale sulla performance della Giunta regionale della Valle d’Aosta per l’anno 2020. L’Esecutivo ha approvato la convenzione per l’utilizzo, da parte dell’Ente parco naturale Mont Avic, di graduatorie della Regione autonoma Valle d'Aosta/Vallée d’Aoste.
Una panoramica di Cogne
Leggi di più

Test sierologici gratuiti per la popolazione di Cogne: «nessuna liberatoria per gli immuni, ma solo per valutare l’immunità sviluppata»

"Il Comune di Cogne intende tutelare in modo particolare i suoi abitanti offrendo loro la possibilità di sottoporsi gratuitamente ad un test sierologico mirato ad individuare la presenza di immunità contro il "coronavirus sars-cov-2". L'indagine prevederà il dosaggio quantitativo delle immunoglobuline specifiche di "tipo G" anti sars-cov-2".
Total
0
Share