Durante la Coppa del Mondo di sci alpino, a La Thuile, organizzato un polo espositivo dell’Esercito che informerà i visitatori sulle attività delle Forze Armate

Scritto da aostapresse

27 Febbraio 2020 - 13:40

“Le moderne Truppe Alpine”. Questa la parola d’ordine dell’Esercito Italiano a La Thuile, nel contesto della Coppa del Mondo di sci alpino femminile, dal 29 febbraio al 1° marzo 2020. La Forza Armata è presente nel complesso sciistico con un info-team adiacente alla “pista 3”, nota fra gli sportivi come la più rapida d’Italia.

«Opportunità di grande rilievo resa possibile dalla disponibilità del Comitato organizzatore – si legge in una nota del comandante del Comando Militare Esercito di Aosta, Colonnello Giovanni Santo – con il supporto del Centro addestramento Alpino di Aosta. Focus della nostra presenza è presentare la modernità degli Alpini e la capacità di operare (muovere, vivere e combattere) nella dimensione della verticalità e dell’articità. Particolare attenzione viene riposta poi nel valorizzare attrezzature, mezzi e materiali di impiego normalmente in uso alle unità alpine e che qualora richiesto possono essere messe a disposizione del sistema di Protezione civile. Competenze e professionalità del personale militare che da lungo tempo garantiscono la sicurezza della collettività e, nel caso di competizioni sportive, anche degli atleti partecipanti».

L’info team dell’Esercito avrà dunque il compito di avvicinare i visitatori all’Esercito ed alle sue armi e le specialità, e verranno inoltre illustratele possibilità di arruolamento nella Forza Armata. Vi sarà spazio anche per conoscere le modalità di reclutamento, di formazione ed addestramento, le prospettive di carriera ed il trattamento economico. Figurini equipaggiati da operatore di “mountain warfare”, delle squadre di Soccorso alpino militare, del servizio “Meteomont” e da atleta militare di sci nordico ed alpino consentiranno inoltre di saperne di più sugli equipaggiamenti delle “Penne nere”. Gli amanti del biathlon potranno inoltre cimentarsi nel tiro al poligono elettronico allestito presso lo stand.
«Occasione che non si poteva non cogliere, soprattutto per il suo messaggio – aggiunge il Comandante Santo – l’Alpino è infatti legato agli sport di montagna ed è bene che i giovani che si avvicinano all’Esercito non lo vedano solo quale lavoro, semmai quale concreta possibilità di crescita umana, professionale, atletica»”.

Nel polo espositivo sarà conservato anche il Trofeo della competizione “Trofeo Mezzalama”.

Fonte: Ministero della Difesa – Stato Maggiore Esercito – Ufficio pubblica informazione e comunicazione

segui aostapodcast

aostapresse sul sito
aostapodcast su spotify
aostapodcast su Google Podcast
aostapodcast su Apple Podcast
aostapodcast su Anchor

Potrebbe interessarti anche…

correlati

La Commissione antimafia verificherà il numero di “altri” vaccinati anche in Valle: «ci sono le categorie che non fanno parte delle sei voci specifiche» ribattono dall’Azienda Usl

«Ci sono alcune regioni, come Sicilia, Calabria, Campania e Valle d’Aosta che nella categoria “altro”, ovvero non “over 80”, personale sanitario e altre categorie principali a rischio, risultano avere numeri ben maggiori rispetto alla media nazionale. Chi sono le così tante persone che ricadono nella categoria “altro” in queste regioni?»
È la domanda che si pone Nicola Morra, senatore del Movimento 5 Stelle, presidente della Commissione parlamentare antimafia.

È un ventenne di Aosta il responsabile del vandalismo sullo stambecco di Siro Viérin posizionato nel centro storico: «senza motivo gli ha dato quattro calci»

Gli agenti della Squadra mobile della Questura di Aosta hanno individuato e denunciato per danneggiamento aggravato un ventenne italiano, residente ad Aosta, responsabile del violento danneggiamento di uno degli animali in cemento realizzati da Siro Viérin, scultore di Saint-Oyen, che aveva concesso gratuitamente al Comune di Aosta la possibilità di esporre, nelle vie del centro storico, alcune delle sue opere che l’anno precedente facevano parte dell’allestimento del “Marché Vert Noël”, annullato a causa dell’emergenza sanitaria.

X