Gli affari del governo con l’Egitto di Al-Sisi





Anche se ieri Di Maio ha espresso qualche cautela, il governo sta per autorizzare un’ingente vendita di armamenti all’Egitto, tra cui due fregate “Fremm” già in dotazione alla Marina Militare italiana e altri aerei e unità navali.
L’Egitto del generale Al-Sisi, oltre a essere un regime sanguinario che ha rapito, torturato,ucciso Giulio Regeni e imprigionato senza motivo lo studente bolognese Patrick Zaky, sta perseguitando giornalisti, sindacalisti, oppositori politici e attivisti difensori dei diritti umani.
Al-Sisi è inoltre responsabile, assieme a Turchia e Russia, di destabilizzare la Libia e relativi interessi diplomatici e commerciali italiani, inviando armamenti in violazione dell’embargo delle Nazioni Unite.

Stefano Tartarotti su Patreon

Stefano Tartarotti su Facebook

Le vignette di Stefano Tartarotti su aostapresse

Precedente
Antonio Brunori durante la video conferenza

La conferenza "Gli alberi salveranno il pianeta? Ascoltiamoli" di Antonio Brunori [aostapodcast]

Prossimo
Le Commissioni in riunione congiunta nell'aula del Consiglio Valle

«Lavoro serrato» della seconda e quinta Commissione del Consiglio Valle per esaminare il terzo disegno di legge di sostegno alla crisi da "covid-19"





Post correlati
Leggi di più

La terribile vicenda di Zohra Shah

In Pakistan, nel Punjab una bambina di otto anni di famiglia molto povera lavorava come domestica presso una giovane coppia benestante e accudiva il loro figlio di un anno.
Leggi di più

Le misure pro-caccia approvate dall’amministrazione Trump

L'amministrazione Trump ha appena approvato una serie di misure pro-caccia che aboliranno alcuni divieti introdotti dall'amministrazione Obama nel 2015 per tutelare queste specie e la biodiversità.
Leggi di più

Mai contenti

Mai contenti.
Total
0
Share