Il tabellone delle elezioni regionali 2018

I consiglieri regionali di Alliance Valdôtaine rilanciano l’ipotesi dell’election day: «dimostrazione di grande senso civico»





In seguito alla lettura della notizia che starebbe sfumando l’ipotesi election day, i consiglieri del gruppo Alliance Valdôtaine, in quanto firmatari della relativa proposta di legge, tengono a precisare che «a nostra conoscenza nessun dubbio è stato manifestato in sede tecnica in merito al carattere di “indifferibilità e urgenza” della norma, confermatoci dall’ufficio legislativo del Consiglio regionale».

«Rimaniamo convinti dell’opportunità e della convenienza di disporre lo svolgimento delle elezioni regionali e comunali nella stessa data – aggiungono – al fine di favorire l’affluenza al voto ed evitare l’ipotesi in cui i cittadini valdostani debbano recarsi alle urne per due domeniche di fila, che potrebbero diventare tre per gli aostani, in caso di ballottaggio. Tale malaugurata evenienza comporterebbe l’occupazione e l’allestimento delle 240 sedi di voto, spesso costituite da edifici scolastici, oltre che la mobilitazione delle Forze dell’ordine e il reclutamento degli scrutatori, per almeno due tornate, con un raddoppio dei costi a carico della collettività».

Il gruppo Alliance Valdôtaine, convinto dell’utilità dell’election day, dichiara che «non lascerà nulla di intentato per favorire la possibilità per i valdostani di votare in un’unica giornata, dando dimostrazione di grande senso civico».

Fonte: Ufficio stampa Consiglio regionale della Valle d’Aosta

Precedente
La A5 nella zona interessata dalla frana

Nella primavera del 2021 verranno rimossi i massi della frana che, a Quincinetto, incombono sull'autostrada "A5"

Prossimo
La riunione del Consiglio comunale di Nus

Nus revoca la cittadinanza onoraria a Mussolini. Edda Carlon ha preso il posto di Luisa Trione, entrata in Consiglio Valle





Post correlati
Total
0
Share