Il naufragio dei migranti di fronte alle coste tunisine





Lunedì il naufragio di fronte alle coste tunisine dove sono annegate una cinquantina di persone, la maggior parte delle quali donne di origine subsahariana e alcuni bambini.
Ieri invece “Medici Senza Frontiere” ha lanciato un appello affinché si riattivino i voli umanitari di evacuazione dell’Onu. In Libia ci sono migliaia di migranti bloccati in balia di guerra civile, fame e nei centri di detenzione.

Stefano Tartarotti su Patreon

Stefano Tartarotti su Facebook

Le vignette di Stefano Tartarotti su aostapresse

Precedente
Le Commissioni in riunione congiunta nell'aula del Consiglio Valle

«Lavoro serrato» della seconda e quinta Commissione del Consiglio Valle per esaminare il terzo disegno di legge di sostegno alla crisi da "covid-19"

Prossimo
La foto di gruppo della decima edizione del 'Premio regionale per il volontariato'

Il Consiglio Valle affianca al "Premio regionale del volontariato" il premio al femminile "Au cœur de la reprise" per le migliori reazioni alla pandemia





Post correlati
Leggi di più

Cervelli in overclocking

Vicino a Brunico, in Alto Adige, qualcuno ha ucciso un'aquila reale che stava covando due uova nel suo nido.
Leggi di più

A riguardo dell’omicidio di George Floyd

A riguardo dell’omicidio per soffocamento di George Floyd durante l’arresto. Stefano Tartarotti su Patreon Stefano Tartarotti su Facebook…
Total
0
Share