Mathieu Stevenin, portavoce Sardine VdA

La “Sardine” della Valle d’Aosta solidarizzano con Liliana Segre: «cittadina onoraria in tutti i Comuni»





Il Gruppo sardine della Valle d’Aosta, in una nota, esprime forte preoccupazione per gli attacchi a cui è soggetta pressoché quotidianamente la Senatrice a vita della Repubblica Italiana, Liliana Segre, già deportata nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau.

In tal senso, le Sardine valdostane desiderano rivolgere un appello a tutti i Consigli comunali della Valle d’Aosta affinché inseriscano all’ordine del giorno delle loro prossime sedute, il conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Segre così come deliberato
da altre Amministrazioni comunali italiane tra cui il capoluogo regionale, Aosta.
Riteniamo, infatti che ciò possa rappresentare un segno tangibile di ferma condanna delle Amministrazioni locali ad una situazione di intolleranza nei confronti di una persona impegnata nella testimonianza e nella conoscenza di pagine drammatiche della nostra
storia.
E’ nostra convinzione che solo un reale sentimento di consapevolezza condivisa possa evitare il ripetersi di queste tragedie.

Fonte: Ufficio stampa Sardine Valle d’Aosta

Precedente
I consiglieri 'dimissionari' davanti all'ufficio della Segreteria

Approvate le disposizioni della legge di stabilità 2020-2022: alla fine sono "solo" 17 i consiglieri disposti a dimettersi

Prossimo
Patrizia Pradelli

Il "Movimento Cinque Stelle" mette a disposizione oltre 36mila euro per i progetti di sostenibilità ambientale delle scuole valdostane





Post correlati
Total
0
Share