Ottantamila persone illegali a causa dei decreti sicurezza





Per motivi elettorali il Movimento Cinque Stelle sta rallentando il processo di revisione dei Decreti Sicurezza e preme per rinviare a settembre l’approvazione delle nuove misure.
A febbraio uno studio di Amnesty International aveva stimato che, entro fine 2020, i decreti sicurezza introdotti da Lega-M5S sposteranno nell’illegalità circa ottantamila persone. La clandestinità aumenterà fortemente le probabilità che queste finiscano in balia di povertà e sfruttamento criminale.

Stefano Tartarotti su Patreon

Stefano Tartarotti su Facebook

Le vignette di Stefano Tartarotti su aostapresse

Precedente
Flavio Peinetti durante la riunione del Consiglio Valle del 22 giugno 2020

Il disegno di legge di assestamento del bilancio 2020, con le nuove misure contro la crisi del "covid-19" [aostapodcast]

Prossimo

Il bagno di folla di Donald Trump a Tulsa





Post correlati
Leggi di più

Il raduno dei neofascisti a Roma

Oggi a Roma si è tenuto un raduno di neofascisti e militanti di estrema destra. Prima si sono menati tra di loro, poi hanno caricato giornalisti e polizia, poi sono stati dispersi.
Leggi di più

Le multe alle ong che salvano i migranti

Uno dei punti di contrasto nella maggioranza sulla revisione dei decreti sicurezza è che il M5S vuole che rimangano le multe alle Ong.
Leggi di più

A riguardo dell’omicidio di George Floyd

A riguardo dell’omicidio per soffocamento di George Floyd durante l’arresto. Stefano Tartarotti su Patreon Stefano Tartarotti su Facebook…
Leggi di più

Il paradosso dei “Cras” per gli animali feriti

La legge italiana ha predisposto delle strutture provinciali, i "Centri di recupero animali selvatici - Cras" per occuparsi della fauna selvatica in difficoltà, veri e propri ospedali per animali.
Total
0
Share