La Polizia ferma al Traforo del Monte Bianco un autista francese ubriaco, che era alla guida di un tir da 40 tonnellate

Scritto da aostapresse

2 Aprile 2021 - 11:40

L’autista di un mezzo pesante è stato denunciato «nei giorni scorsi» dagli agenti della Polizia stradale che operano al Traforo del Monte Bianco per guida in stato di ebbrezza alcolica. I controlli, organizzati “nell’ambito dell’intensificazione dei controlli transfrontalieri disposti per il contenimento della diffusione epidemiologica”, si legge in una nota della Questura di Aosta, hanno interessato “un autista francese, conducente di
un autoarticolato con targa francese” il quale “sottoposto alla prova etilometrica, è risultato avere un tasso alcolemico di circa 2 g/l”.

“Oltre alla denuncia penale per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche – aggiungono i poliziotti – all’uomo è stata ritirata la patente ed stato sanzionato con una multa di 1.300 euro per aver condotto il mezzo pesante senza rispettare i tempi di guida e riposo. La sua condotta illecita e illegale, tenuta alla guida di un veicolo di circa 40 tonnellate, avrebbe potuto creare seri e tragici danni qualora fosse rimasto coinvolto
in un incidente stradale. I conducenti di veicoli pesanti, i neo-patentati e le persone con età inferiore a ventuno anni, non possono mettersi alla guida se hanno assunto bevande alcoliche. Il codice della strada per tali categorie di conducenti prevede, infatti, l’applicazione di una sanzione già con la rilevazione di un tasso alcolemico pari a 0,1 g/l”.

Fonte: Questura di Aosta

segui aostapodcast

aostapresse sul sito
aostapodcast su spotify
aostapodcast su Google Podcast
aostapodcast su Apple Podcast
aostapodcast su Anchor

Potrebbe interessarti anche…

correlati

La Commissione antimafia verificherà il numero di “altri” vaccinati anche in Valle: «ci sono le categorie che non fanno parte delle sei voci specifiche» ribattono dall’Azienda Usl

«Ci sono alcune regioni, come Sicilia, Calabria, Campania e Valle d’Aosta che nella categoria “altro”, ovvero non “over 80”, personale sanitario e altre categorie principali a rischio, risultano avere numeri ben maggiori rispetto alla media nazionale. Chi sono le così tante persone che ricadono nella categoria “altro” in queste regioni?»
È la domanda che si pone Nicola Morra, senatore del Movimento 5 Stelle, presidente della Commissione parlamentare antimafia.

È un ventenne di Aosta il responsabile del vandalismo sullo stambecco di Siro Viérin posizionato nel centro storico: «senza motivo gli ha dato quattro calci»

Gli agenti della Squadra mobile della Questura di Aosta hanno individuato e denunciato per danneggiamento aggravato un ventenne italiano, residente ad Aosta, responsabile del violento danneggiamento di uno degli animali in cemento realizzati da Siro Viérin, scultore di Saint-Oyen, che aveva concesso gratuitamente al Comune di Aosta la possibilità di esporre, nelle vie del centro storico, alcune delle sue opere che l’anno precedente facevano parte dell’allestimento del “Marché Vert Noël”, annullato a causa dell’emergenza sanitaria.

X