Un automobilista piemontese fermato a Châtillon alla guida dell’auto in stato di ebbrezza: recidivo, aveva anche la patente sospesa

Scritto da aostapresse

27 Aprile 2021 - 11:00

Un trentatreenne residente in Piemonte è stato denunciato dagli agenti della Polizia stradale della Questura di Aosta per essersi messo alla guida in stato di ebbrezza alcolica, avendo, inoltre, la patente sospesa.

“L’uomo è stato fermato al casello autostradale di Châtillon da una pattuglia impegnata nei servizi di vigilanza – si legge in una nota – e durante il controllo sono subito risultati evidenti gli inequivocabili sintomi dell’ebbrezza alcolica. L’accertamento con l’etilometro ha poi, infatti, evidenziato un tasso alcolemico pari a 1,65 grammi per litro, superiore di oltre il triplo rispetto a quello consentito”, che è di 0,5 grammi per litro, ma è buona prassi astenersi dal bere quando ci si mette alla guida di veicoli.

“Gli agenti hanno anche accertato che l’uomo aveva la patente di guida sospesa per un analogo reato commesso alla fine del 2020 – aggiungono dalla Polstrada – ed è stato quindi denunciato all’Autorità giudiziaria e rischia un’ammenda da 1.500 a 6mila euro, l’arresto da sei mesi ad un anno e la sospensione della patente di guida da uno a due anni, con la possibilità di revoca”

Fonte: Questura di Aosta

Potrebbe interessarti anche…

correlati

Rollandin, Perron e Lévêque assolti anche in appello dall’accusa di turbativa d’asta: «restano le conseguenze, psicologiche e materiali»

«Non posso che esprimere soddisfazione per la sentenza della Corte di Appello di Torino che conferma quella di assoluzione già emessa in primo grado dal Tribunale di Aosta “perché il fatto non sussiste” in relazione alla mia nomina nel 2015 a presidente della “Finaosta”».
Commenta così Massimo Lévêque, presidente della finanziaria regionale dall’11 agosto 2015 al 31 agosto 2018 in merito al caso giudiziario che lo ha coinvolto insieme all’attuale consigliere regionale Augusto Rollandin ed Ego Perron, rispettivamente presidente della Regione ed assessore regionale alle finanze dal 10 giugno 2014 al 10 marzo 2017.

La Sovrintendenza agli studi capofila di un Consorzio per la mobilità “Erasmus+” per gli studenti valdostani: «per i giovani un’opportunità per lo studio in un Paese dell’UE»

La Sovraintendenza agli studi della Valle d’Aosta ha conseguito l’accreditamento come ente capofila di un Consorzio di scuole per le mobilità di dirigenti scolastici, docenti e studenti della Valle d’Aosta a seguito di una selezione da parte dell’agenzia nazionale “Erasmus+”, scuola che ha accreditato 287 progetti su 478 candidature presentate.

Misurato l’inquinamento dell’aria a Sarre, che risulta simile alle altre località della Plaine, nonostante il grande traffico veicolare che la caratterizza

Nel corso dell’anno 2020, l’Agenzia regionale protezione ambiente della Valle d’Aosta ha realizzato una campagna di misura presso il comune di Sarre al fine di valutare l’impatto sulla qualità dell’aria delle sorgenti locali e confrontarli con i valori di riferimento della normativa. Situato alle porte di Aosta, il centro abitato di Sarre, di medie dimensioni, è molto vicino alla strada regionale SS26, caratterizzata da traffico intenso durante tutto l’anno.

X