Parte martedì 8 giugno la vaccinazione volontaria in azienda per i dipendenti della “Cogne acciai speciali”, che interessa oltre 1.200 lavoratori

Scritto da aostapresse

4 Giugno 2021 - 15:10
L'ingresso della 'Cogne Acciai Speciali'

La “Cogne acciai speciali”, con l’obiettivo di favorire l’applicazione e l’efficacia delle misure di contrasto e di contenimento della diffusione del virus del “covid-19” negli ambienti di lavoro, in accordo con le organizzazioni sindacali e le RLS, aderendo al protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti “covid-19” nei luoghi di lavoro, ha ritenuto necessario attivare le opportune procedure per poter contribuire ad una accelerazione della campagna di vaccinazione sul territorio valdostano.

«In un’ottica di fattiva responsabilità sociale e nella convinzione che solo attraverso una sinergia comune si possa raggiungere il traguardo della tutela e della protezione della salute di tutta la comunità – annuncia Monica Pirovano, direttore generale dello stabilimento siderurgico aostano – abbiamo quindi predisposto un nostro Piano vaccinale aziendale, avviando una collaborazione con il Comitato regionale della Croce Rossa italiana per poter organizzare il presidio di vaccinazione interno all’azienda».

«La vaccinazione di lavoratrici e lavoratori presso la Cogne acciai speciali si ritiene possa conseguire una duplice finalità – rimarca Eugenio Marzorati, amministratore delegato della Cas – collaborare a livello territoriale all’azione messa in campo dall’Azienda sanitaria locale, implementando le iniziative di contenimento della pandemia, così come di rendere più sicura la prosecuzione dell’attività produttiva, accrescendo il livello di sicurezza dell’ambiente di lavoro in cui lavorano i nostri dipendenti. La vaccinazione in azienda è sicuramente un impegno oneroso per il nostro personale medico e infermieristico, così come per il nostro servizio di salute e sicurezza. Ritengo quindi doveroso rivolgere a loro un sentito ringraziamento, così come ai volontari della Croce Rossa italiana, al Soggetto attuatore regionale dell’emergenza sanitaria e ai referenti dell’Azienda sanitaria della Valle d’Aosta che ci hanno fornito il loro supporto e che ci hanno anticipato i vaccini permettendoci di cominciare subito la nostra campagna di somministrazione».

La Cogne acciai speciali, con la collaborazione del Comitato regionale della Croce Rossa, ha allestito il proprio hub vaccinale all’interno dell’infermeria. L’adesione alla vaccinazione è stata su base volontaria e informata: «abbiamo risposto all’invito della Cogne a collaborare con entusiasmo – evidenzia Paolo Sinisi, direttore del Comitato regionale di Croce Rossa – anche se gli sforzi che stiamo affrontando in
questo periodo, dando anche supporto alla vaccinazione nelle farmacie, è gravoso, dal punto di vista logistico e del personale, che ringrazio per la disponibilità. È nostra convinzione che fare rete e lavorare in squadra sia la risposta corretta in ogni fase emergenziale e in questo senso noi operiamo e ci siamo».

La popolazione lavorativa a cui si rivolge il progetto è relativa a tutti i dipendenti dell’azienda, pari a 1.050 persone, con un’età media tra i 40 ed i 43 anni, e delle ditte che operano all’interno dello stabilimento, che complessivamente impegnano altre duecento persone. La somministrazione delle prime dosi di vaccino comincerà nel pomeriggio di martedì 8 giugno.

La dirigenza dell’azienda sottolinea che la vaccinazione all’interno dello stabilimento rappresenta per i lavoratori e per le lavoratrici un’opportunità aggiuntiva rispetto alle modalità ordinarie dell’offerta del Piano vaccinale regionale, che sono e che saranno garantite, nel rispetto delle tempistiche dettate dal Piano regionale, qualora il dipendente non intenda aderire all’iniziativa
straordinaria messa in atto.

Fonte: Ufficio stampa Cogne acciai speciali

L’ufficio stampa
04/06/2021

segui aostapodcast

aostapresse sul sito
aostapodcast su spotify
aostapodcast su Google Podcast
aostapodcast su Apple Podcast
aostapodcast su Anchor

Potrebbe essere interessante anche…

correlati

Lavevaz scrive a Draghi ed a Speranza per chiedere la collocazione della Valle d’Aosta in “zona bianca”: «nelle ultime due settimane nessuna vittima da “covid-19″»

Nelle sue comunicazioni al Consiglio Valle di mercoledì 9 giugno, il presidente della Regione, Erik Lavevaz, ha riferito che «i dati sull’evoluzione pandemica hanno confermato un trend discendente che in questi ultimi giorni si è stabilizzato intorno a valori molto bassi. Il dato più rilevante, dopo 472 morti a causa dell’infezione da “covid-19”, è l’assenza di vittime da due settimane a questa parte. La scorsa settimana siamo scesi per la prima volta da febbraio a meno di 50 casi rilevati ogni 100mila abitanti.

Approvate dalla Giunta regionale le modalità di applicazione delle tolleranze edilizie: «ampliata la casistica dei fabbricati legittimi» evidenzia Carlo Marzi

La Giunta regionale ha approvato lunedì 7 giugno, la delibera riguardante le modalità di applicazione delle tolleranze edilizie. Il documento, oggetto di confronto con i rappresentanti degli Ordini e dei Collegi professionali della Valle d’Aosta e degli uffici tecnici degli enti locali, è stato preliminarmente sottoposto all’esame della terza Commissione consiliare e dell’Assemblea del Cpel.

X