Timeline di sanità
Erik Lavevaz evidenzia in Consiglio Valle «l’aumento importante dei contagi» in Valle d’Aosta: «siamo pronti a riattivare l’ospedale da campo»

Erik Lavevaz evidenzia in Consiglio Valle «l’aumento importante dei contagi» in Valle d’Aosta: «siamo pronti a riattivare l’ospedale da campo»

Lunedì 29 marzo il presidente della Regione, Erik Lavevaz, ha si è incontrato con il presidente del Consiglio del Ministri Mario Draghi, i ministri Mariastella Gelmini e Roberto Speranza, il Generale Francesco Figliuolo e il capo della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio «per fare il punto sulla situazione delle vaccinazioni, ma anche per un confronto sulle misure nazionali, poi inserite nell’ultimo decreto legge».

Sei ore per fare un tampone “rapido” ad Aosta: Ornella Badery, presidente del Forte di Bard sbotta «non c’è competenza organizzativa»

Sei ore per fare un tampone “rapido” ad Aosta: Ornella Badery, presidente del Forte di Bard sbotta «non c’è competenza organizzativa»

«Spero che qualcuno si svegli!» Ha scritto così, su “Facebook”, nel pomeriggio di martedì 6 aprile Ornella Badery, presidente dell’Associazione Forte di Bard, già vice sindaca di Pont-Saint-Martin e dirigente di primo livello in Regione, dove fino al 2017 è stata a capo del Dipartimento personale e organizzazione, criticando pubblicamente il servizio di “drive-in” dei testa rapidi per il “covid-19”, definendolo «esperienza allucinante».

Nominato il nuovo direttore dei distretti territoriali 1 e 2: è Francesca Faelli, già dirigente della geriatria. Franco Brinato resta alla guida degli altri due

Nominato il nuovo direttore dei distretti territoriali 1 e 2: è Francesca Faelli, già dirigente della geriatria. Franco Brinato resta alla guida degli altri due

La dottoressa Francesca Faelli, originaria di Genova, 49 anni il prossimo 4 giugno, è il nuovo direttore dei distretti socio-sanitari 1 e 2, quelli di Morgex e Aosta, dell’area territoriale dell’Azienda Usl della Valle d’Aosta. Lo comunica l’azienda sanitaria cinque giorni dopo la nomina effettuata dal direttore generale, Angelo Pescarmona, che decorre dal 1° aprile scorso.

Guido Giardini scelto come direttore sanitario dell’Azienda Usl per «rimettere a sistema le diverse attività del Presidio ospedaliero con le nuove tecnologie»

Guido Giardini scelto come direttore sanitario dell’Azienda Usl per «rimettere a sistema le diverse attività del Presidio ospedaliero con le nuove tecnologie»

Erano cinque i candidati alla guida della direzione sanitaria dell’Azienda Usl della Valle d’Aosta. Oltre a Guido Giardini, che ha ottenuto la nomina, c’era la disponibilità di Maurizio Castelli, direttore sanitario uscente, dei medici aostani Silvio Giono-Calvetto e Marina Tumiati e di Mauro Maccari, dirigente della Regione Toscana.

Anche Erik Lavevaz è positivo al covid-19: «è un modo per ricordarmi come non ragioniamo mai sui numeri ma sulle storie di singole persone»

Anche Erik Lavevaz è positivo al covid-19: «è un modo per ricordarmi come non ragioniamo mai sui numeri ma sulle storie di singole persone»

Erik Lavevaz, presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta dallo scorso 21 ottobre, 41 anni compiuti lo scorso 15 febbraio, è risultato, venerdì 2 aprile, positivo al “covid-19”, dopo uno secondo screening di tutti i membri del Governo regionale, eseguito in seguito alla positività riscontrata lo scorso martedì 30 marzo da Carlo Marzi, assessore regionale alle finanze.

Ritardato di una settimana il richiamo del vaccino contro il covid-19 per gli “over 80”: «rallentamento dovuto alla mancanza di vaccini» evidenzia l’Usl

Ritardato di una settimana il richiamo del vaccino contro il covid-19 per gli “over 80”: «rallentamento dovuto alla mancanza di vaccini» evidenzia l’Usl

Venerdì 2 aprile è stata superata la prima vaccinazione anti “covid-19” per la metà dei residenti valdostani “over 80” (tra gli 80 e gli 89 anni). Lo annuncia l’Azienda Usl della Valle d’Aosta, che indica la percentuale del 55 per cento, con 5.366 vaccinati su 9.692, mentre coloro i quali hanno ricevuto anche la seconda dose, il cosiddetto “richiamo”, (che si effettua a distanza di almeno 21 giorni dalla prima) sono 2.669, il 27,5 per cento.

Anche in Valle d’Aosta cinque giorni di quarantena obbligatoria per chi andrà all’estero, Francia e Svizzera comprese

Anche in Valle d’Aosta cinque giorni di quarantena obbligatoria per chi andrà all’estero, Francia e Svizzera comprese

Per effetto dell’ordinanza del ministro della Salute in vigore da mercoledì 31 marzo fino a martedì 6 aprile, tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia, e quindi in Valle d’Aosta, in uno o più Stati e territorio indicati nell’elenco C dell’allegato 20 del “Dpcm” del 2 marzo 2021 sono costretti alla quarantena di cinque giorni.

Cambiano i dati ufficiali della pandemia in Valle d’Aosta: “nel riconteggio emersi 55 casi guariti e tre decessi”

Cambiano i dati ufficiali della pandemia in Valle d’Aosta: “nel riconteggio emersi 55 casi guariti e tre decessi”

“A seguito dell’analisi storica dei dati relativi alla pandemia covid-19, sono state rilevate alcune incongruenze numeriche relativamente ai dati trasmessi al Ministero della Salute nel corso dell’anno 2020”. Lo annuncia, martedì 30 marzo, in una nota, la Presidenza della Regione: “a seguito del controllo, è stato effettuato un riconteggio dei casi – specifica l’Amministrazione regionale – dal quale sono emersi 55 casi guariti e tre decessi non ancora inseriti nel bollettino”.

X