I post di

politica

322 post
Paolo Sammaritani, Marialice Boldi, Sergio Togni, Bruno Giordano e Nicoletta Spelgatti

Sergio Togni e Bruno Giordano candidati sindaco e vice per la Lega Vallée d’Aoste: «nessuno ci ha detto cosa scrivere sul programma»

«La lista sarà resa nota quando apriremo la campagna elettorale. Il candidato vice sindaco ormai era il "segreto di Pulcinella"». Con queste parole, l'ex presidente della Regione Nicoletta Spelgatti, c, ha ufficializzato, nel pomeriggio di lunedì 3 agosto, i candidati sindaco e vice sindaco per la città di Aosta della Lega Vallée d'Aoste, rispettivamente l'architetto Sergio Togni, e Bruno Giordano, 66 anni, sindaco di Aosta dal 2010 al 2015.
Flavio Peinetti

Flavio Peinetti lascia l’Union Valdôtaine: «profondo dissenso dalle decisioni del Mouvement, non mi ricandiderò alle regionali»

«Buongiorno, vi scrivo queste breve considerazioni per mettervi al corrente delle mie decisioni». Inizia così la lettera inviata da Flavio Peinetti, consigliere regionale uscente dell'Union Valdôtaine, entrato in Consiglio Valle il 7 maggio 2019, in sostituzione "temporanea" dell'ex presidente della Regione, Augusto Rollandin, sospeso dalla carica a causa delle disposizione della legge Severino, dopo una condanna, in primo grado, di quattro anni e sei mesi per il reato di corruzione.
Raphaël Desaymonet

I principali provvedimenti della Giunta regionale del 24 luglio: la struttura temporanea “Emergenza economica covid-19” prorogata «fino al termine dello stato di emergenza»

La Giunta regionale della Valle d'Aosta ha prorogato al 31 ottobre 2020, e comunque fino al termine dello stato di emergenza sanitaria epidemiologica da "covid-19", ad oggi dichiarato con deliberazione del Consiglio dei ministri in data 31 gennaio 2020, la durata della struttura dirigenziale temporanea "Emergenza economica covid-19" nell'ambito del Dipartimento politiche del lavoro e della formazione e il conseguente affido delle funzioni di reggenza della Struttura all'attuale dirigente incaricato.
Danilo Toma durante la video riunione della Conferenza Stato-Regioni

Alla Valle d’Aosta arriveranno 84 milioni di euro dai due miliardi e 600 milioni di nuovi stanziamenti statali a Regioni e Province autonome

Conclusione positiva per il confronto fra Stato e Regioni e Province autonome in materia finanziaria legata all'emergenza "covid-19": l'accordo è arrivato al termine della Conferenza straordinaria Stato-Regioni di mercoledì 22 luglio ed è stato, in seguito, sancito, ai sensi dell'articolo 4 del decreto legislativo 281/1997, con atto sottoscritto dal presidente della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.
La riunione del Consiglio comunale di Valtournenche del 21 luglio 2020

Il sindaco di Valtournenche scriverà alla “Finaosta” per chiedere «maggior condivisione» sulle decisioni strategiche per la “Cervino SpA”

Il Consiglio comunale di Valtournenche si è riunito mercoledì 22 luglio 2020: il sindaco, Jean Antonie Maquignaz ha annunciato che scriverà, a nome del Consiglio comunale, al Consiglio regionale della Valle d’Aosta affinché si adoperi a garantire una maggior condivisione di "Finaosta" con il Comune per le decisioni strategiche che riguardano la "Cervino SpA".
Le schede elettorali per il rinnovo del Consiglio Valle di una precedente consultazione elettorale

Il 20 ed il 21 settembre i valdostani dovranno eleggere i prossimi consiglieri regionali, sindaci, vice sindaci e consiglieri di 68 Comuni ed esprimersi sulla riduzione dei parlamentari

È stato pubblicato martedì 21 luglio, sul Bollettino ufficiale della Regione numero 45, il decreto del presidente della Regione di convocazione dei comizi elettorali per le elezioni regionali e comunali 2020, che si svolgeranno domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020 in concomitanza con le votazioni per il referendum popolare confermativo relativo all’approvazione del testo della legge costituzionale sulle "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari".
La Giunta regionale e l'ufficio di Presidenza del Consiglio Valle

Modificata, dopo due settimane, la legge regionale 8, dopo le proteste dei sindaci sul vincolo di destinazione. Respinti gli emendamenti del “Movimento 5 Stelle”

Nella seduta del Consiglio Valle di lunedì 20 luglio 2020, convocata in sessione straordinaria e urgente, è stato approvato, con 22 voti a favore e 13 astensioni (Lega Vallée d'Aoste, "Movimento 5 Stelle" e "Vdalibra"), il disegno di legge per il finanziamento di interventi di investimento urgenti in ambito di edilizia scolastica e di viabilità e per le modifiche alla legge regionale n. 8/2020 sull'assestamento al bilancio 2020 della Regione che contiene misure urgenti per contrastare gli effetti dell'emergenza da "covid-19".
Il furgone con la spesa per le famiglie bisognose

Modificato il regolamento del “bonus spesa” erogato dal Comune di Aosta a 180 famiglie: verranno spesi 52mila euro dei 93mila disponibili

Nella seduta pomeridiana straordinaria convocata nel pomeriggio di venerdì 3 luglio, la Giunta del Comune di Aosta ha approvato alcune modifiche alle modalità di erogazione del "bonus alimentare" originariamente previste, anche a seguito dell'introduzione del nuovo regolamento approvato di recente a tale scopo dal Consiglio comunale.
Palazzo regionale durante la riunione del Consiglio Valle di venerdì 3 luglio

Dopo tredici giorni il Consiglio Valle ha approvato il disegno di legge 60 sull’assestamento e con le nuove misure urgenti per la crisi da “covid-19”

Venerdì 3 luglio il Consiglio Valle ha approvato, in votazione segreta con 31 voti a favore, due voti contrari e due astensioni, il disegno di legge di assestamento al bilancio di previsione della Regione per il 2020 che contiene le misure per contrastare gli effetti dell'emergenza sanitaria da "covid-19". Il testo adottato è frutto di una sintesi tra il disegno di legge proposto dalla Giunta e gli emendamenti depositati dai gruppi consiliari.
L'insegna dell'Università della Valle d'Aosta

I principali provvedimenti della Giunta regionale del 3 luglio: oltre sette milioni di euro all’UniVdA. Alla “Fondation Chanoux” vanno 100mila euro

L'Esecutivo regionale ha approvato la proposta di misure per il contenimento e il controllo della spesa per l'anno 2020 dell'Università della Valle d'Aosta, così come proposto dal Consiglio dell'Università lo scorso 20 dicembre 2019. La proposta prevede il trasferimento all'Università a copertura del fabbisogno per l'attività didattica, amministrativa e di ricerca, per l'esercizio delle funzioni in materia di diritto allo studio di 7 milioni e 250mila euro.