La pista di sci nordico di Bionaz

La “Avef” e la Regione hanno deciso di chiudere anche tutte le piste di fondo della Valle d’Aosta: «priorità alla salute»





Nella mattina di martedì 10 marzo i vertici della “Associazione valdostana enti gestori piste sci di fondo – Avef” hanno incontrato gli organi competenti dell’Amministrazione regionale per decidere quale linea intraprendere dopo la chiusura di tutti gli impianti di risalita della Valle d’Aosta.

A seguito dell’ultimo DPCM e vista l’emergenza sanitaria, è stato deciso di chiudere, con effetto immediato, tutte le piste di fondo presenti sul territorio valdostano. Dunque è da intendersi conclusa anche la stagione dello sci nordico, con la speranza che l’attuale situazione migliori rapidamente. Una decisione unanime che va incontro a tutte le misure previste dal Decreto, firmato nella tarda serata di lunedì 9 marzo e in vigore fino al 3 aprile 2020.

«Una decisione sofferta, ma assolutamente giusta e in linea con quello che sta succedendo in Italia in queste settimane, priorità alla salute di tutti – dichiara Fabrizio Lombard, presidente “Avef” – chiudiamo la stagione con un bilancio comunque positivo, grazie anche alle recenti nevicate. I gestori delle piste, non appena possibile, inizieranno a lavorare in vista del prossimo inverno, pronti ad accogliere con la solita professionalità fondisti e turisti».

Fonte: ACmediapress

Precedente
Franco Manes, presidente 'Cpel-Celva'

I sindaci valdostani chiedono alla Regione lo spostamento anche delle elezioni comunali, previste per il prossimo 17 maggio

Prossimo
Mauro Baccega, assessore regionale alla sanità

Mauro Baccega chiede ai turisti presenti in Valle d'Aosta «tornate a casa vostra». E sulle frontiere «non sono serrande di garage»





Post correlati
Total
0
Share