Chantal Certan, Mauro Baccega e Renzo Testolin

Dopo il bilancio, la Giunta preoccupata per l’ordinaria amministrazione: «difficoltà per i prossimi provvedimenti»





Nella giornata di giovedì 6 febbraio 2020, il Governo regionale si è riunito per analizzare le ricadute dell’ordinaria amministrazione sull’attività deliberativa della Regione, dopo l’approvazione del Bilancio regionale.

Alla luce delle probabili limitazioni segnalate dagli uffici regionali che riguardano, appunto, l’ordinaria amministrazione dopo l’uscita dall’esercizio provvisorio, la Giunta regionale esprime preoccupazione in merito alle evidenziate e possibili difficoltà legate all’approvazione di provvedimenti per consentire l’avvio, tra le altre, delle seguenti iniziative: la riduzione dei ticket sanitari; gli interventi di difesa del suolo a valere su fondi nazionali; i contributi locazione attesi da circa 2.200 famiglie; le procedure per l’insediamento di nuove azienda sul territorio regionale; gli interventi in materia di edilizia scolastica, la progettazione FSE e FESR 2021-2027 e le attività legate alla programmazione 2014-20 in scadenza; i servizi rivolti alle persone con disabilità; le agevolazioni sul trasporto scolastico per gli studenti di medie e superiori e il trasporto per disabili.


Fonte: Ufficio stampa Regione autonoma Valle d’Aosta

Precedente
Un momento delle elezioni del 2018

Alpe e UVP vogliono "prevedere l'election day" ed hanno depositato un disegno di legge "aperto alla sottoscrizione degli altri consiglieri"

Prossimo
Il Municipio di Saint-Pierre

Il Consiglio dei Ministri ha disposto lo scioglimento del Consiglio comunale di Saint-Pierre ed il commissariamento per 18 mesi





Post correlati
Total
0
Share