Giovedì 15 aprile arrivano all’ospedale regionali le prime 350 dosi del vaccino “Johnson & Johnson”, consegnato da SDA e dall’Esercito

Scritto da aostapresse

13 Aprile 2021 - 11:30

Giovedì 15 aprile il corriere di “Poste Italiane”, “SDA”, consegnerà presso l’ospedale “Parini” di Aosta le prime 350 dosi del vaccino “Johnson & Johnson” ed ulteriori trecento dosi del vaccino “AZD1222” di “AstraZeneca”: “giovedì, alcuni mezzi speciali, attrezzati con celle frigorifere, prenderanno in carico i vaccini a Chiavari – spiegano dalle Poste – e proseguiranno il loro viaggio per raggiungere la loro destinazione finale presso le strutture della provincia torinese e la Valle d’Aosta. In totale il corriere “SDA”, in collaborazione con l’Esercito Italiano, consegnerà in
Piemonte 25.100 dosi di vaccini “Johnson & Johnson” ed AstraZeneca”.

Nelle scorse settimane, “Poste Italiane” aveva curato la consegna, in Valle d’Aosta, di 1.700 dosi del vaccino “Moderna” e di altre 2.700 di “AstraZeneca” e, in Italia 501.600 dosi di “Moderna” e 1.346.400 di “AstraZeneca”.

Fonte: Ufficio stampa Poste Italiane

Potrebbe interessarti anche…

correlati

Rollandin, Perron e Lévêque assolti anche in appello dall’accusa di turbativa d’asta: «restano le conseguenze, psicologiche e materiali»

«Non posso che esprimere soddisfazione per la sentenza della Corte di Appello di Torino che conferma quella di assoluzione già emessa in primo grado dal Tribunale di Aosta “perché il fatto non sussiste” in relazione alla mia nomina nel 2015 a presidente della “Finaosta”».
Commenta così Massimo Lévêque, presidente della finanziaria regionale dall’11 agosto 2015 al 31 agosto 2018 in merito al caso giudiziario che lo ha coinvolto insieme all’attuale consigliere regionale Augusto Rollandin ed Ego Perron, rispettivamente presidente della Regione ed assessore regionale alle finanze dal 10 giugno 2014 al 10 marzo 2017.

La Sovrintendenza agli studi capofila di un Consorzio per la mobilità “Erasmus+” per gli studenti valdostani: «per i giovani un’opportunità per lo studio in un Paese dell’UE»

La Sovraintendenza agli studi della Valle d’Aosta ha conseguito l’accreditamento come ente capofila di un Consorzio di scuole per le mobilità di dirigenti scolastici, docenti e studenti della Valle d’Aosta a seguito di una selezione da parte dell’agenzia nazionale “Erasmus+”, scuola che ha accreditato 287 progetti su 478 candidature presentate.

X