La porta del Cafè du Théâtre

Il teatro “Giacosa” ed il “Cafè du Théâtre” di Aosta tornano, da settembre, ai precedenti gestori in attesa della nuova gara di concessione delle due strutture





Nella seduta di giovedì 2 luglio, la Giunta comunale di Aosta ha approvato alcune deliberazioni tra cui l’aggiornamento degli indirizzi per la futura pubblicazione dell’avviso di selezione del gestore del cinema teatro “Giacosa” e del “Cafè du Théâtre”.

Il provvedimento adottato prevede che, in attesa della pubblicazione del bando per individuare il futuro gestore delle due strutture secondo gli indirizzi a suo tempo approvati, la custodia del cinema teatro “Giacosa” e del “Cafè du Théâtre” venga affidata per i mesi di luglio e agosto all’attuale concessionario (la cooperativa “Dreamlight”, n.d.r.), dando mandato agli uffici comunali di avviare una procedura di selezione di un soggetto con adeguata esperienza e capacità professionale che possa garantire il funzionamento della struttura dal 1° settembre 2020 sino alla conclusione della procedura di selezione del nuovo concessionario, tramite gestione delle richieste e fornitura dei servizi necessari per la rappresentazione degli eventi. La deliberazione stabilisce di dare avvio all’iter di selezione per affidare i due beni, prevedendo che il nuovo gestore, risultante dalla selezione pubblica, dovrà rispettare il calendario degli eventi eventualmente già previsti.

La Giunta comunale ha proceduto anche alla programmazione dei principali eventi, manifestazioni e iniziative promossi per il tramite anche di accordi di collaborazione e concessioni dal Comune di Aosta nel periodo estivo. Il cartellone approvato non contempla ancora gli eventi sportivi che verranno realizzati dal mese di settembre nonché le iniziative da organizzare nel periodo delle festività di fine d’anno, ma prevede già il “Marché Vert Noël” e le Mostre-mercato che, per la complessità della loro organizzazione richiedono una programmazione temporale più ampia.
Tra le manifestazioni spiccano alcune conferme importanti come “Strade del Cinema” e “GiocAosta”, ma anche il ritorno dei “Concerti aperitivo”, di “Aosta Classica” e del festiva “F.O.N.O.”, con uno spettacolo ciascuno, e una novità assoluta come “Artisanat en Place” rivolta, come “Scultura dal vivo”, agli appassionati dell’artigianato di tradizione nell’estate senza “Foire d’Eté” a causa dell’emergenza epidemiologica. Ovviamente tutti gli eventi dovranno sottostare, oltre che alle misure in materia di safety e security previste per le manifestazioni pubbliche introdotte a partire dal giugno 2017 a seguito dei fatti accaduti in piazza San Carlo a Torino, alle disposizioni per la tutela della salute in relazione all’emergenza da “covid-19” con riferimento ai protocolli sanitari statali o regionali in vigore.

«Crediamo che il ritorno alla normalità delle nostre vite pre “covid-19”, per quanto possibile, passi anche attraverso la riconquista della dimensione dell’intrattenimento – commenta la vice sindaco di Aosta, Antonella Marcoz – seppure condizionata dalle doverose norme a tutela della salute pubblica. Per questo motivo l’Amministrazione comunale ha compiuto uno sforzo importante al fine di riuscire a prevedere, nonostante le incognite non solo finanziarie del periodo, l’organizzazione di una serie di eventi e di manifestazioni a beneficio dei cittadini, ma che si prefiggono anche lo scopo di rilanciare l’immagine turistica di Aosta. In questa direzione si muovono anche alcune collaborazioni che troveranno sbocco in una campagna di comunicazione e in un nuovo portale web dedicati a promuovere le eccellenze del territorio».

Fonte: Ufficio stampa Comune di Aosta
Precedente

Le multe alle ong che salvano i migranti

Prossimo
Una pattuglia della Polizia di Frontiera al Traforo del Monte Bianco

Un "passeur" francese arrestato dalla Polizia al Traforo del Monte Bianco: stava portando in Italia tre bangladesi





Post correlati
Total
0
Share