L'ospedale 'Parini' di Aosta

Quattordici consiglieri regionali apprezzano il documento dei medici sulla “fase 2” dell’emergenza «che non deve durare più di sei mesi»





I consiglieri regionali Stefano Aggravi, Luca Distort, Roberto Luboz, Diego Lucianaz, Andrea Manfrin, Paolo Sammaritani, Nicoletta Spelgatti della Lega Vallée d’Aoste, Alberto Bertin e Chiara Minelli di “Rete Civica – Alliance Citoyenne”, Elso Gerandin di Mouv’, Manuela Nasso, Maria Luisa Russo e Luigi Vesan del “Movimento 5 Stelle” e Claudio Restano esprimono, in una nota congiunta, diffusa mercoledì 20 maggio «apprezzamento per il documento a firma di venti medici valdostani inviato ai consiglieri nella giornata di martedì 19, considerando ampiamente condivisibili i contenuti e impegnandosi a sostenere e promuovere le proposte in esso contenute».

«L’attuale Consiglio regionale, che è in prorogatio, e l’Azienda sanitaria locale, guidata da un commissario da ormai più di due anni, hanno il dovere di organizzare e gestire la “fase 2” del “covid-1″9, già iniziata, con un orizzonte temporale non superiore a sei mesi – osservano i quattordici consiglieri regionali – il nostro sistema sociosanitario, che vive una situazione di cronica fragilità causata da anni di scarsi investimenti, ha oggi necessità di poche azioni chiare e coerenti che mettano in sicurezza il sistema ospedaliero e territoriale nel caso di un nuovo aumento di contagi».

Fonte: Ufficio stampa Consiglio regionale della Valle d’Aosta

Precedente
La barella donata dal 'Rotary club' all'Azienda Usl della Valle d'Aosta

Il Rotary Club dona una barella per il biocontenimento totale all'ospedale "Parini" di Aosta: «arriverà anche un box sterile e due "gate" per la temperatura»

Prossimo
Una conferenza stampa della Giunta regionale trasmessa in diretta

Sulle pagine della "Stampa" dissing tra il caposervizio di Aosta ed il presidente della Regione, che non risponde alle domande dei giornalisti





Post correlati
Total
0
Share